Rubriche

Rubriche

Tutte le Rubriche per aiutarti su …

wanna-marchi

D’ACCORDOOO?!
WANNA MARCHILa bolla della TV commerciale

D’ACCORDOOO?! Un’esclamazione difficile da dimenticare.
Vanna (o meglio, Wanna) in pochi anni ha creato un impero fatto di prodotti “miracolosi”, rituali magici ed energia straripante. E tante, tante bugie. 
Il successo e la sconfitta nati dal più grande e importante media di sempre: la televisione. 

globalizzazione-bolla

Quanto costa da te?
Il LIBERO SCAMBIOLa bolla della globalizzazione

Un dolce con i cetriolini come simbolo dell’economia mondiale.
La creazione di un mondo interconnesso è iniziata molti secoli fa e ha visto integrazione di Paesi ed economie che poco avevano in comune. Un mondo più “unito” è fonte di nuove opportunità, ma anche di sfide e rischi.
Ma, oggi si può ancora parlare di globalizzazione?

La bolla delle dot-com

Fidati, è il futuro!
LE DOT-COMLa bolla della new economy

L’intelligenza artificiale ci proietta nel futuro.
Aziende come Nvidia, Meta e altre “tech” continuano a crescere con l’AI e le opportunità sembrano infinite.
Una crescita mai vista prima. O quasi …perché, in effetti, qualche precedente c’è già stato.
Una bolla di un futuro che si ripete.

Papa Gregorio XIII e il calendario gregoriano

Che giorno è?
IL TEMPOLa bolla della misurazione del tempo

Che giorno è oggi?
Domanda semplice, forse. Eppure la risposta ricevuta potrebbe essere molto diversa in base a chi risponde.
L’uomo ha sempre cercato di misurare ciò che lo circonda. Ma cosa accade quando si cerca di misurare qualcosa di così astratto come il tempo? Innumerevoli tentativi e una bolla senza tempo.

Gli anni '80

La bolla dell’ottimismo
ANNI ’80Un decennio di libertà e ottimismo

Ciuffi anti-gravitazionali, spalline spaziali, musica elettronica discutibile e il continuo incubo dello scoppio di una guerra atomica. Eppure, gli anni ’80 sono rimasti il simbolo dell’ottimismo sfrenato e l’idea di poter raggiungere qualunque obiettivo.
Ma cos’è rimasto di quegli anni ’80?

Pepsi logo

Is Pepsi, okay?”
PEPSIUna bolla mimetizzata

Può un prodotto di scarso successo avere un valore economico superiore ai competitor?
Quando campagne geniali di marketing, collaborazioni esclusive e acquisizioni di aziende concorrenti creano il successo e una bolla “mimetizzata”.
Pepsi ci insegna come non darsi per vinti.

Logo Nokia

Ti chiamo dopo…”
NOKIALa bolla del più grande colosso della telefonia cellulare

Passare dall’essere l’unico a uno dei tanti.
Questo è il rischio che si corre quando non si presta attenzione a ciò che succede attorno a noi.
La storia di Nokia ci racconta l’importanza di adattarsi all’innovazione e non sottovalutare il cambiamento.

Repubblica di Venezia

Una bolla serenissima
LA REPUBBLICA DI VENEZIAUna bolla non-bolla

Da superpotenza economico-militare a città d’arte… non ci vuole un attimo ma circa mille anni.
La Repubblica di Venezia ne sa qualcosa; è stata protagonista di un lento ma graduale declino, come una bolla che si sgonfia lentamente ma non scoppia mai.

Concorde

Una bolla che scoppia ancora prima di gonfiarsi
CONCORDEIl costo delle promesse

Arrivare prima di partire” era ciò che prometteva il Concorde ai suoi viaggiatori.
Le promesse vanno mantenute …anche se si tratta di un progetto completamente fallimentare?
Francia e UK non accettavano di perdere e crearono, così, una delle bolle più costose di sempre.

Hindenburg

Mettere a fuoco una bolla
HINDENBURGIl peso dei media sulle nostre scelte

Un intero mercato innovativo distrutto dalla lente dei media: quando l’impatto è tanto forte da condizionare la percezione collettiva, è difficile evitare la tragedia.
Una delle più “alte” bolle della storia ci spiega l’importanza di distinguere le vere opportunità dalle bolle pronte a esplodere.

Ponzi - Buono postale

Quando le BALLE diventano BOLLE
PONZIParole o numeri?

Quando nella mente si forma un’opinione forte, il cervello scarta tutti gli elementi oggettivi e privilegia soltanto i fatti che la confermano. 
Servirebbe un’informazione corretta… ma se i media alimentano il credo?
La più grande bolla finanziaria della storia: Charles Ponzi (quello dello “schema”) e i suoi buoni postali.

Bolla dei tulipani

La prima bolla non si scorda mai
I TULIPANIVendere casa per un fiore

La frenesia ha assalito gli Olandesi nel 1600, vendevano case e proprietà di famiglia per cavalcare l’onda e non perdere l’occasione di arricchirsi.
Purtroppo non è finita proprio così…
La prima bolla finanziaria della storia, raccontata con aneddoti e spunti di riflessione.