Mercati INCONTRIAMOCI Settori INCONTRIAMOCI Strumenti INCONTRIAMOCI

Mercati, settori e strumenti

Investiamo in tutto il mondo con stili di gestione differenti, selezionando gli strumenti migliori per ogni settore economico ed asset class, in totale indipendenza e senza alcun conflitto d’interessi. 

Mercati geografici

USA

Europa

Sud America

Asia

Giappone

Area Pacifico

Asset class

Obbligazioni Corporate

Obbligazioni High Yield

Obbligazioni Emerging Markets

Obbligazioni Convertibili

Azioni Value

Azioni Growth

Azioni Large Cap

Azioni Small Cap

Strumenti utilizzati

Titoli

ETF

Fondi

Futures

Settori economici

Beni di consumo

Prodotti di prima necessità, ossia alimenti e bevande, tabacco, prodotti per la persona e per la casa, grande distribuzione alimentare. Dato il consumo non ciclico di questi beni, i titoli delle rispettive società, impegnate nella produzione e nella distribuzione di beni ai consumatori, risultano normalmente meno dipendenti dall’andamento dell’economia, presentando caratteristiche più difensive.
Fanno parte di questa categoria aziende come Coca Cola, Procter&Gamble, Colgate-Palmolive e Philip Morris.

Industriali

In questo ampio settore, sono ricomprese le società quotate a livello internazionale che producono e forniscono prodotti e servizi definiti «industriali»; ossia tutto ciò che non è destinato ai consumatori finali ma all’industria.Rientrano in questa categoria aziende produttrici dell’industria aerospaziale (velivoli civili o militari, equipaggiamenti elettronici collegati); costruzioni ingegneristiche (grandi opere, ponti, etc.); componenti elettrici (turbine industriali, cavi, etc.); macchinari (macchinari industriali; agricoli e di trasporto).L’andamento di questo settore è legato alle dinamiche di sviluppo della produzione e alle aspettative su di essa; normalmente, quindi, tende a seguire le dinamiche economiche e produttive del Paese di riferimento o, nel caso di aziende con commesse internazionali, della singola società produttrice. Rientrano in questo settore economico società come Union Pacific Corp., Royal Dutch Shell plc, Fedex Corp. e Akzo Nobel NV.

Beni di lusso

Beni di consumo caratterizzati da un elevato costo e che pertanto racchiudono caratteristiche di esclusività e rappresentano spesso uno status symbol per chi li detiene.
Le società che operano in questo settore hanno respiro internazionale e tendono a detenere una posizione di leadership nei mercati mondiali, proprio a causa dell’importanza del proprio marchio. Ciò normalmente comporta una sensibilità più bassa alle crisi dei mercati.
Pur avendo per gran parte la propria sede principale nei Paesi occidentali ed essendo quotate sui mercati regolamentati, buona parte del loro fatturato proviene dalle economie emergenti, in cui l’incremento della ricchezza e la corsa all’acquisto di questi beni è in costante aumento da diversi anni.
Fanno parte di questa categoria aziende come Ferrari, Louis Vuitton, Kering (Gucci etc.) e Pernod Ricard.

Real estate

Settore di commercio che afferisce ai beni immobili in senso ampio (terreni, fabbricati, diritti di proprietà, etc.) e diversificati in vari sub settori (residenziale, industriale, commerciale, turistico, etc.).
Proprio la varietà della composizione di questo settore, vede tra i vari fattori che ne influenzano le dinamiche, oltre agli aspetti macro-economici del Paese considerato, anche il contesto sub-settoriale di riferimento, il contesto ambientale dove è collocato il bene, la densità edilizia e la rivalutazione speculativa.
Le aziende quotate che operano in questo settore, si occupano sia della gestione diretta della domanda e dell’offerta dei beni immobiliari, sia della gestione indiretta, tramite sviluppo e gestione di nuovi progetti immobiliari in determinate aree geografiche.
Fanno parte di questa categoria aziende come Prologis Inc, Welltower Inc e Vonovia SE.

Healthcare

Settore medico, comprendente aziende farmaceutiche e sanitarie.
I titoli delle aziende che operano nel settore farmaceutico manifestano normalmente dei trend di mercato molto marcati, in quanto particolarmente soggetti alla scoperta di nuove cure farmacologiche e un conseguente brevetto e commercializzazione di nuovi farmaci ad esso collegati. Ricerca, sviluppo e innovazione rappresentano i fattori chiave in questo ambito, consentendo ai detentori un vantaggio competitivo sul mercato e quindi il mantenimento o l’acquisizione di una posizione economica dominante a livello globale.
I titoli delle aziende che operano nel settore sanitario, invece, restano generalmente più difensivi nel lungo periodo, data la bassa variazione della spesa per trattamenti o cure sanitarie anche in periodi di recessione. I fattori contingenti che influenzano attualmente questo settore riguardano l’invecchiamento della popolazione mondiale, che induce una maggiore spesa per assistenza sanitaria e una maggiore innovazione nel settore delle attrezzature mediche, nonché un incremento della spesa sanitaria nelle economie emergenti. Inoltre, anche questo settore è soggetto alla commercializzazione delle innovazioni, soprattutto nel campo delle biotecnologie e dei dispositivi medici.
Fanno parte di questa categoria aziende come Novartis AG, Merk&Co. Inc. e AstraZeneca PLC.

Technology

Settore economico composto da aziende specializzate in ricerca, sviluppo e distribuzione di beni e servizi basati sulla tecnologia. Questo settore dipende in gran parte dallo sviluppo delle innovazioni tecnologiche, da cui deriva l’implementazione e la diffusione di beni di consumo (es. computer, smartphones, elettrodomestici, apparecchiature tecniche, etc.) e servizi (software applicativi, analisi e sicurezza dati, shared economy, internet of things, etc.). Fanno parte di questa categoria aziende come Microsoft Corp., Apple Inc., Facebook Inc A e Cisco Systems.

Bancari e finanziari

Settore composto da aziende operanti prevalentemente nel settore dei servizi finanziari, offerti sia ai consumatori che alle imprese in tutto il mondo, e da aziende che offrono servizi di supporto a tali imprese. Strettamente legati alle dinamiche di sviluppo o di recesso del contesto economico, i titoli di questo settore tendono a seguire (e in alcuni casi ad anticipare) l’andamento delle economie dei Paesi di riferimento. Le aziende che operano in questo settore possono essere sia realtà locali (banche e società finanziarie a diffusione nazionale) che realtà internazionali (società di credito, grandi gruppi bancari, etc.). Rientrano in questa categoria aziende come JPMorgan Chase & Co; London Stock Exchange Group PLC e Visa Inc..

Natural resources

Settore delle risorse naturali, strutturato in varie specializzazioni, tra cui petrolio e gas, metalli preziosi, minerali, metalli di base, legname, acqua, ecc..
Questi asset “reali” costituiscono gli elementi alla base della produzione industriale e dei beni di consumo; caratteristica che rende questo settore di mercato direttamente legato ai cicli economici, alla disponibilità delle risorse, alle situazioni geopolitiche e commerciali, nonché alle dinamiche inflazionistiche globali.
L’investimento in questo settore può avvenire in varie modalità, tra cui l’acquisto diretto delle risorse naturali (ad es. oro, rame, ecc.) o l’acquisto di titoli delle aziende estrattive quotate.
Fanno parte di questa categoria aziende come Rio Tinto PLC, Exxon Mobil Corp. e Svenska Cellulosa AB B.

Pubblicazioni

PARTNERS