Patrimoni familiari Family Office 2021: Nuovi orizzonti per il futuro

Patrimoni familiari Family Office 2021: Nuovi orizzonti per il futuro

I Family Office stanno vivendo una fase di trasformazione a livello internazionale, accelerata anche dal forte impatto che la crisi pandemica ha avuto sugli equilibri e le visioni programmatiche delle famiglie, determinandone allo stesso tempo sia un cambiamento dei bisogni che delle aspettative.

Dopo avere analizzato i trend dell’asset allocation del portafoglio medio dei Family Office nel corso del 2020, quali sono le priorità che si delineano per i Family Office nel prossimo futuro?

Le nuove priorità per il futuro

Una delle principali esigenze che la pandemia ha messo a fuoco è l’importanza della pianificazione patrimoniale e successoria.
Le difficoltà derivate dalla diffusione del CoVID-19 hanno reso primario per le famiglie definire modi e tempi in cui la “next generation” subentrerà nella gestione del complesso patrimonio familiare.
Nell’agenda dei Family Office si impone la necessità di educare la prossima generazione, anche attraverso programmi di formazione strutturati, e di facilitare il passaggio generazionale, senza che questo comporti lo smembramento del patrimonio o la dilapidazione da parte degli eredi.

Dunque non conta soltanto l’aspetto strettamente finanziario.

Quanto emerge dall’analisi di PwC sui Family Office Global Trends per il 2021 mostra come sia richiesta ai Family Office la capacità di coniugare gli aspetti economici con i valori e la storia della famiglia, preservarne la reputazione nel tempo e favorire la continuazione della governance aziendale.
Fra le sfide cruciali per il futuro dei Family Office si impone la necessità di professionalizzare e diversificare i propri servizi, per rispondere in modo adeguato a una clientela sempre più esigente.

Tutto questo senza trascurare la spinta digitale accelerata dalla pandemia.
La pandemia di CoVID-19 ha accelerato numerose tendenze strutturali, e oggi oltre il 60% dei Family Office indica la tecnologia come uno dei settori più interessanti per il futuro.
Crescono gli investimenti in start-up e imprese innovative, e la quasi totalità (95%) dei Family Office in cui è coinvolta la terza generazione è propensa a volgersi in questa direzione.
L’Italia risulta al quinto posto per investimenti in start-up e imprese innovative da parte dei Family Office e in Europa si registra quasi il 20% in più, in termini di valore investito in questo comparto, rispetto al 2019; in particolare in relazione a e-Commerce, Fintech, IT e AI.

Family Office, prova di resilienza di fronte all’incertezza

I Family Office hanno affrontato sfide eterogenee imposte dalla diffusione del CoVID-19.
Secondo la Family Office Survey condotta al termine del 2020 da PwC, i Family Office hanno dovuto, in particolare, far fronte a criticità legate alla politica e alla gestione degli investimenti (31%), alla volatilità dei mercati (17%) e a inevitabili difficoltà nello svolgimento delle operations e nel day-by-day.

Anche a fronte di mercati incerti però, i Family Office si sono dimostrati resilienti.
Dalla BlackRock Global Family Office Survey emerge che nel corso del 2020 solo il 23% dei Family Office ha anticipato, rispetto alle previsioni, l’apporto di modifiche sostanziali all’asset allocation dei propri portafogli.
Secondo il Global Family Office Report di UBS, una ponderata strategia di mitigazione del rischio ha contribuito a proteggere i portafogli durante la caduta dei mercati azionari di marzo. A maggio 2020 più di tre quarti (76%) dei Family Office hanno riferito che i loro portafogli hanno registrato una performance in linea, e in alcuni casi superiore, ai rispettivi benchmark target per l’anno in corso, mentre il drawdown massimo registrato è stato in media di circa il 13%.

Le sfide strategiche, operative e sulle politiche di investimento che il diffondersi della pandemia di CoVID-19 sottopone ai Family Office si collocano dunque in un orizzonte temporale più lungo.
Le famiglie hanno individuato nuove esigenze e priorità e, per metterle in atto nel prossimo futuro, si aspettano pianificazione, ottimizzazione e personalizzazione da parte del Family Office di riferimento.

Family Office Trend 2021

La School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con il Centro per il Family Business Management della Libera Università di Bolzano, ha avviato un ciclo di incontri volto a indagare il cambiamento in atto nello scenario dei Family Office italiani e internazionali.

ESG

I Family Office si stanno affermando come elemento cardine nella governance di una famiglia imprenditoriale.
In questo senso, oltre agli investimenti tradizionali in ottica di preservazione del patrimonio, l’analisi delinea un crescente interesse rivolto dai Family Office ad aspetti sociali e “di impatto”.
A tal proposito, l’adozione di strategie ESG rappresenta un obiettivo di breve periodo per il 39% dei Family Office, mentre circa i tre quarti già le mette in atto.
Le stesse famiglie considerano un purpose legato a temi di sostenibilità un fattore decisivo per la propria reputazione e per coinvolgere attivamente nella gestione del patrimonio familiare le nuove generazioni.
La generazione “next in line”, infatti, è maggiormente impegnata (61%) rispetto alla precedente (47%) su tematiche ambientali, sociali, di governance e di Impact Investing.

Asset class alternative

Oltre alla sostenibilità e in linea con i trend delle Asset Allocation medie degli ultimi anni, nel 2021 i Family Office allocano circa il 35% del proprio portafoglio in asset class alternative.
Tra queste, le quote più consistenti dei portafogli (10-25%) sono assegnate al Private Equity.
Una tendenza che sembra destinata a confermarsi anche in futuro, con il 55% dei Family Office che prevede di aumentare la propria esposizione in questa direzione.
Le recenti turbolenze di mercato e l’aspettativa di una volatilità sostenuta nel medio termine, hanno però portato nuova attenzione anche sugli Hedge Funds.
Il 38% dei Family Office sostiene di voler incrementare la propria esposizione in questa classe di allocazione, determinando un’inversione del sentiment negativo registrato negli ultimi anni.

Real Estate

Più in difficoltà risulta invece il Real Estate, un settore messo alla prova dalle conseguenze economiche della pandemia di CoVID-19, che ha favorito la logistica e il multifamiliare, a scapito del retail e dell’ospitalità.
L’inversione di rotta non pare però definitiva.
Nonostante il contesto attuale, per il prossimo futuro il 40% dei Family Office prevede di diversificare il rischio di portafoglio con investimenti diretti nel settore immobiliare.
Come mai?
La pandemia ha evidenziato l’importanza della località.
Il rinnovato interesse verso il proprio micro-ambiente locale ha portato numerosi investitori a voler promuovere il benessere urbano post-pandemia, e &Simple stima che proprio la pianificazione di questo obiettivo, come parte delle iniziative di investimento sostenibile, caratterizzerà molti portafogli nel 2021 e negli anni a venire.Forti di un know-how ventennale nella gestione dei patrimoni familiari, mediante la struttura del Family Office in 4Timing abbiamo realizzato un network di professionisti indipendenti, specializzati in aree tematiche differenti, per supportare in maniera efficiente e trasparente i Clienti nell’intricato e delicato percorso di analisi, pianificazione e gestione delle differenti componenti del patrimonio familiare.

I Family Office sapranno dunque cogliere le sfide del futuro?
Quali siano le dimensioni effettive della trasformazione in atto si comprenderà con il tempo.

Scopri di più sulle nostre soluzioni integrate efficienti per una gestione olistica del patrimonio familiare.