Costruire un portafoglio d’investimenti comportamentale

“Le valutazioni dei mercati finanziari non sono determinate da variabili esogene (macroeconomiche, politiche), ma dipendono da complessi fenomeni di interazione sociale. Proprio l’influenza del pensiero sui fenomeni economico-finanziari, a differenza delle scienze naturali (in cui i fenomeni accadono indipendentemente dal pensiero di chi li osserva), comporta atteggiamenti emulativi ripetuti nel tempo, che danno vita a…

Quanto contano gli eventi casuali in una strategia di investimento?

Cosa si intende per “casuale”? Entriamo subito nel cuore della trattazione attraverso una domanda banale ma che merita comunque un minimo di puntualizzazioni. In primo luogo, il dizionario definisce “casuale” un evento accidentale, imprevisto, di cui non è possibile attendere gli esiti con certezza. Questo perché un fenomeno casuale è non deterministico ossia, se ripetuto…

Selezione dei fondi d’investimento: come utilizzare l’indice di Sharpe?

Il punto di partenza è sempre quello illustrato nell’articolo “Come creare valore per i profili di rischio medio-bassi nell’era dei tassi a zero?” La risposta a questa domanda, come spiegato nel precedente intervento, passa dalla capacità di identificare i migliori gestori flessibili, ovvero tutte quelle strategie in grado di essere decorrelate dalle asset-class azionario e…

Il controllo del rischio di portafoglio

Come introduzione, proponiamo una banalissima riflessione sul costume comune che ha caratterizzato il sistema del risparmio gestito dell’ultimo ventennio: la costruzione dei portafogli finanziari con l’approccio a posteriori, il famoso senno del poi. Gli errori nella gestione dei portafogli finanziari All’inizio del ventunesimo secolo, memori dei floridi anni ’90, la tendenza era quella di proporre…

La teoria della riflessività di George Soros: orientarsi nei mercati finanziari

La teoria della riflessività di Gorge Soros è basata sull’idea che in economia i fattori soggettivi e le aspettative influiscano in misura determinante producendo uno scarto rispetto alla realtà oggettiva, per esempio nel valore dei titoli, che diventa esplosivo e provoca sia le impennate che i collassi. Essa muove da un punto di vista sociologico…

Consulenza finanziaria indipendente e conflitti d’interesse

Quando alla consulenza finanziaria resa su base indipendente si vuole affiancare il beneficio dell’assenza totale del conflitto di interessi l’argomento diventa spinoso. Se infatti da un lato è indiscutibile che le regole di cui abbiamo trattato in un altro articolo “Consulenza finanziaria: le regole del gioco” favoriscono la riduzione dei conflitti di interesse, e quanto…

Come ottenere il massimo dai mercati finanziari? Il Buy&Hold e i giorni da non perdere

È credenza comune affermare che nel lungo periodo il mercato azionario guadagni sempre, correggendo eventuali “debacle” di periodo e riportando ogni volta i conti in ordine. In rete e su documenti di approfondimento finanziario si susseguono numerosi gli articoli, le tesi e i consigli di gestori ed esperti che richiamano a diversi studi accademici, inneggianti…

Perché l’indice di Sortino ci da informazioni migliori dell’indice di Sharpe?

Questa pubblicazione cerca di dare una risposta ad un bisogno importante evidenziato da questo articolo: “Come creare valore per i profili di rischio medio bassi nell’era dei tassi a zero” Nello scorso intervento ho trattato l’indice di Sharpe spiegando cosa è, quali informazioni ci da e quali sono i suoi limiti. Per farlo mi appoggerò…